Recap: la settimana DeFi del 4 luglio

Hello Defiers! Secondo la mitologia greca, la cornucopia era un corno che inondava la terra con raccolti in abbondanza e altre prelibatezze. Questa settimana il mondo DeFi ci ha dato moltissimi sviluppi, grandi e piccoli, da assaporare.

C’è stato conflitto - vedi l’inchiesta di Owen Fernau sugli attriti tra Chainlink e MakerDAO. C’è stata innovazione - sempre Owen ci aggiorna su London, il fortemente atteso aggiornamento di Ethereum, il cui rilascio è previsto per il prossimo mese. C’è stata paura - il saggio provocatorio di Masha Prusso sulle truffe che inondano il mondo DeFi è imperdibile. E c’è stata follia… Dan Kahan ci racconta come il passato e futuro Doge-killer, $SHIB, sia resuscitato e con un ululato abbia fatto schizzare alle stelle i prezzi del gas. Per concludere, Bailey Reutzel ha scoperto una serie limitata di NFT che interagiscono senza pudore con i CryptoPunks in un modo assolutamente non adatto ad un notiziario DeFi per famiglie…

Inoltre, The Defiant è stata lieta di ospitare una jam session di debutto, intitolata Wagging the Tail, condotta sul nostro canale YouTube dall’indomito Robin Schmidt. La discussione ha esplorato la fattibilità nel lungo termine degli NFT come community di artisti/creator, ciò che possiamo imparare da piattaforme major come Beats e il brillante futuro del play-to-earn. Dei contenuti davvero formidabili.

A proposito di NFT, ad inizio settimana abbiamo esplorato la dualità esasperante della DeFi grazie ad una ricerca del guest writer Arash Ghaemi. La ricerca esplora la questione del perchè i prezzi delle cripto continuino a diminuire, nonostante il flusso costante di avanzamenti nella tecnologia e nei modelli di business. Non per essere venali, ma stiamo assistendo ad un bear market, ad un bull market con dei mini cicli ribassisti o semplicemente il concetto di orsi e tori non è applicabile nè alle cripto, nè tantomeno alla DeFi? Ad Arash il duro lavoro di fornire delle risposte a queste domande, il tutto in una piacevole lettura per il fine settimana.

Ma stiamo solo graffiando la superficie del gran numero di storie e analisi della settimana appena conclusa, perciò dà una letta a questo riepilogo e clicca i link che catturano la tua attenzione. Buon fine settimana, Defiers!

Annuncio di servizio: stiamo riorganizzando il nostro calendario delle pubblicazioni. D’ora in poi il podcast settimanale uscirà il lunedì, mentre la nostra traboccante newsletter uscirà tutti i giorni dal martedì al venerdì durante la mattinata.


L’economia aperta sta prendendo il posto di quella vecchia! Iscriviti per stare al passo con questa rivoluzione. Clicca qui per pagare con DAI ($100/anno) o iscriviti pagando con fiat cliccando il bottone sottostante ($15/mese, $150/anno).


Video

📺 ChainLinkGod vs MakerDAO - BORSE DI CARNE A GO-GO (più o meno)

📺Tutorial del martedì: opzioni parzialmente collateralizzate con Opyn

📺 Defiant Weekly: Ethereum è veramente denaro ultra-sicuro?

📺 First Look: Railgun: la nuova arma per la privacy

📺 Jam Session No. 1: Wagging the Tail | Chi sta comprando questa $#*% e la comprerà ancora nel 2024?


Opinione

🦹🏻‍♂️Le truffe crypto sono di nuovo fuori controllo… ecco come fermarle per sempre

In questo saggio, Masha Prusso si addentra in un mondo sotterraneo fatto di rug pulls, exit scams e altri raggiri digitali. Morale della favola: stanno mettendo a repentaglio l’esperimento DeFi e devono essere fermati. La buona notizia è che ci sono dei metodi chiari per raggiungere questo scopo, esposti nell’articolo uno per uno.


Inbox Dump #15

Solo per gli iscritti paganti — l’Inbox Dump è il luogo dove aggreghiamo gli aggiornamenti e le comunicazioni che ogni settimana inondano i nostri DM ma che non ce l’hanno fatta a raggiungere le piattaforme dei contenuti di The Defiant. Includiamo anche un resoconto dei round di finanziamento avvenuti durante la precedente settimana nel mondo Defi e cripto.


Venerdì

Mercati
Dives
Bytes
  • Anche i presidenti sono attratti dagli NFT Prima arrivarono le case d’asta d’arte, poi le leghe sportive professionistiche, seguite da sostenitori mediatici come l’Associated Press. Ora il presidente d’Israele è l’ultimo esponente del mondo mainstream ad abbracciare la creazione più esotica dello spazio crypto — l’NFT.

  • Sygnum è la prima banca ad offrire Eth2 staking Sygnum è diventata la prima banca al mondo ad offrire la possibilità di fare staking su Ethereum 2.0. La banca di digital asset con sede in Svizzera permetterà ai clienti di fare stake in modo sicuro di Ether attraverso la sua piattaforma di banking. Attualmente, gli Ether in staking attraverso Sygnum generano un rendimento fino al 7% annuo.

  • La community Sushi si sta inventando una piattaforma NFT E’ probabile che SushiSwap aggiungerà presto una piattaforma NFT. L’exchange decentralizzato attivo nello scambio di tokens basati su Ethereum si sta espandendo in un bazar per la DeFi, con lo spin-off di protocolli per il lending (Kashi), utilizzo di dapp (BentoBox) e yield farming (Onsen). 

  • Meowshi aumenta i rendimenti per gli stakers di SUSHI in vista della V3 Si preannuncia un gran mese per SushiSwap. L’automated market maker (AMM) decentralizzato programma di rilasciare il fortemente atteso aggiornamento V3, nome in codice MIRIN, il prossimo 20 luglio. Sono previste moltissime nuove funzionalità tra cui gli ordini al limite, un migliorato supporto al multi-token yield farming, MEV protection e un’aggiornata interfaccia utente.

Links

Giovedì

Mercati
Dives
  • MakerDAO respinge le accuse di vendita di dati dell’oracolo Nel mondo DeFi, gli oracoli non sono i veggenti della mitologia greca ma dei comodi strumenti che permettono il flusso di dati, sotto forma di smart contract, tra le blockchain e le reti tradizionali. Attualmente gli oracoli sono atterrati giusto nel mezzo di uno scontro che vede due dei più grandi player del settore uno contro l’altro  — Chainlink e MakerDAO. 

Opinione
Links

Mercoledì

Ricerca
  • Il rebus di Ethereum: si moltiplicano i segnali al rialzo mentre il prezzo dimostra ancora incertezza Continuano a circolare notizie ottimistiche mentre il prezzo di ETH scende o nel migliore dei casi mantiene un andamento laterale. Siamo semplicemente in fase di accumulazione, o sono già arrivati gli orsi e non lo vogliamo ammettere?
    Ether ha segnato un -11% solo negli ultimi 30 giorni ed è sceso del 46% dal picco dei 4.357 dollari del maggio scorso. Questo mese Ether è lentamente avanzato al rialzo, da un minimo di 1.718 dollari fino agli attuali 2.300. Quindi la domanda che gli investitori si pongono è la seguente: sono tornati i tori o siamo alle porte di un ciclo ribassista?
    Per scoprirlo passiamo in rassegna i dati on-chain dello scorso mese, sia da una prospettiva rialzista che da una ribassista.


Giovedì

Ricerca

💜Community Love💜

Un grazie a tutti gli incredibili Defiers per il supporto e l’amore di questa settimana (e di sempre)!


The Defiant è una newsletter quotidiana che si occupa di finanza decentralizzata, un nuovo sistema finanziario costruito sulla base di blockchains aperte. Lo spazio DeFi sta evolvendo ad una velocità incredibile e sta rivoluzionando la tecnologia e il denaro. Iscriviti per saperne di più e stare al passo con i più recenti e interessanti sviluppi. Gli iscritti hanno accesso completo, mentre le sottoscrizioni gratuite hanno accesso solo a parte del contenuto. Clicca qui per pagare con DAI ($100/anno) o iscriviti pagando con fiat cliccando il bottone sottostante ($15/mese, $150/anno).